MED-PARTICLES – Particles size and composition in Mediterranean countries: geographical variability and short-term health effects – LIFE10 ENV/IT/000327

Finanziato da: European Commission – LIFE Programme
Periodo: Settembre 2011 – Agosto 2013

Introduzione

La conoscenza degli effetti dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana è cresciuta negli ultimi decenni come risultato dell’enorme sforzo scientifico per progettare e condurre ampi studi epidemiologici. Al momento, la maggior parte degli scienziati concorda sul fatto che le particelle sospese nell’aria con un diametro inferiore a 10 micrometri (μm) hanno gli effetti a breve termine più significativi sulla salute umana, con il particolato fine (PM) che è la frazione responsabile degli effetti più gravi. La frazione più grossolana (PM2,5-10) ha un’origine prevalentemente naturale, mentre la frazione più fine (PM2,5) è prodotta dalla combustione (veicoli, industria e centrali elettriche) ed è principalmente responsabile dell’aumento della mortalità dovuto a respirazione e malattie cardiache. I dati epidemiologici sono più scarsi per i paesi mediterranei europei. 

 

Descrizione

Il progetto MED-PARTICLES ha prodotto protocolli, rapporti e un database che descrive le concentrazioni giornaliere di particolato (PM) di diverse dimensioni e sorgenti per 14 città europee e diverse aree del Mediterraneo, insieme a variazioni interne e internazionali. Ciò ha portato all’adozione di procedure standardizzate che consentono alle città di unire i propri risultati. È stato sviluppato un protocollo per l’analisi dei dati statistici per esaminare gli effetti degli inquinanti atmosferici sulla mortalità e sulla morbilità a breve termine in più città, che hanno acquisito potere dalla messa in comune dei risultati specifici della città e dalla maggiore rappresentatività su un’area geografica più ampia. Fornendo dati estesi su inquinanti e parametri meteorologici, insieme a strumenti per affrontare i problemi degli inquinanti atmosferici, il progetto ha prodotto nuove prove sugli effetti a breve termine sulla salute del particolato fine e grossolano e episodi di polvere sahariana e incendi boschivi, sulla mortalità e sui ricoveri ospedalieri nelle 14 città del Mediterraneo.

 

Obiettivi

Il progetto MED-PARTICLES mirava a migliorare la comprensione delle caratteristiche dell’inquinamento atmosferico da particolato per 14 città dell’area mediterranea (tre città in Spagna, una in Francia, otto in Italia, due in Grecia), nonché la relazione tra queste caratteristiche dell’inquinamento atmosferico e salute pubblica. In particolare, il progetto ha cercato di valutare le differenze geografiche nella dimensione e composizione delle particelle nelle diverse aree dei paesi mediterranei, la frequenza dei giorni di polvere e incendi boschivi sahariani e gli effetti a breve termine del particolato fine e grossolano sulla mortalità quotidiana e l’emergenza. ricoveri per malattie cardiovascolari e respiratorie. Inoltre, il progetto mirava a educare i giovani scienziati alle analisi epidemiologiche e statistiche.

 

Partner 

  • Azienda Sanitaria Locale Roma E – Dipartimento di Epidemiologia – Coordinatore
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche – Inquinamento Atmosferico – partner
  • Agenzia per la Protezione Ambientale (ARPA) Piemonte – partner
  • Università Nazionale e Kapodistriana di Atene – partner
  • Fundació Center de Recerca en Epidemiologia Ambiental (CREAL) – partner
  • Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente dell’Emilia Romagna- partner

Angelo Cecinato

Staff CNR-IIA

Catia Balducci

Staff CNR-IIA

Paola Romagnoli

Staff CNR-IIA

Mattia Perilli

Staff CNR-IIA