Ciclo degli inquinanti a diverse scale spaziali

Ciclo degli inquinanti a diverse scale spaziali anche in relazione agli effetti dei cambiamenti climatici

Referente: Dott.ssa Francesca Sprovieri

Competenze di Area

Comprendere i meccanismi di impatto delle emissioni degli inquinanti in atmosfera da sorgenti antropiche e naturali sulla qualità e sostenibilità degli ecosistemi, nonché sulla salute dei cittadini, significa conoscere il ciclo degli inquinanti che si ripartiscono tra vari ecosistemi.

Nel quadro delle normative europee e dei trattati internazionali, un’importante priorità è lo studio del ciclo degli inquinanti persistenti (elevati tempi di residenza in atmosfera) e tossici presenti in atmosfera. Tra questi rientrano i POPs (inquinanti organici persistenti) e il Hg (mercurio), i quali si possono ripartire tra vari ecosistemi al variare delle condizioni meteoclimatiche e delle pressioni antropiche ambientali.

Studio delle dinamiche degli inquinanti presenti nei diversi ecosistemi ambientali e trasferimento di massa degli stessi alle interfacce atmosfera-acqua-suolo-neve-ghiaccio su scala regionale e globale.

L’obiettivo generale è quello di studiare le variabilità spazio-temporali dei vari meccanismi che maggiormente influenzano il ciclo degli inquinanti tra vari ecosistemi, e in particolare:

  • la variabilità dei tempi di residenza in atmosfera di inquinanti inorganici e organici (i.e., Hg, O3, BVOC, NOx, HONO, alogeni) e relativi processi (foto)chimico-fisici che influenzano le proprietà ossidative della troposfera e i meccanismi di deplezione;
  • i flussi di scambio in fase gassosa e bilanciamenti di massa alle interfacce (i.e., air-acqua, aria-neve, aria-ghiaccio);
  • i processi di deposizione atmosferica secca ed umida e la variabilità dei profili verticali delle concentrazioni dei maggiori inquinanti nella troposfera a diverse latitudini.

La conoscenza di questi processi è indispensabile per sviluppare e validare i modelli numerici atmosferici impiegati nell’analisi di scenari socio-economiciambientali adottati per mitigare i rischi derivanti dalle emissioni di inquinanti sulle popolazioni e sulla qualità degli ecosistemi acquatici e terrestri. Inoltre, nell’ambito di programmi e progetti europei e internazionali, si sviluppano sistemi innovativi di campionamento e sistemi osservativi a scala globale per inquinanti persistenti come il Hg, nonché banche dati e sistemi interoperabili a supporto di convenzioni e programmi internazionali.

Capacità dell’Area di ricerca

L’area di lavoro di “Ciclo degli inquinanti a diverse scale spaziali” si trova ubicata a Rende (Cosenza) e possiede 25 unità di personale strutturato che cooperano con assegnisti e borsisti, collaborando con compattezza e riflettendo il lavoro sull’intero Istituto che si trova a perseguire attività nazionale ed internazionale di ricerca scientifica e di sviluppo tecnologico.

LABORATORI E STRUMENTAZIONI

No Results Found

The page you requested could not be found. Try refining your search, or use the navigation above to locate the post.

GEO

The GEO Work Plan 2012-2015 includes the Health Task on Tracking Pollutants (HE-02)

GEO Italy

The GEO Work Plan 2012-2015 includes the Health Task on Tracking Pollutants (HE-02)

UNEP

UNEP Mercury Air Transport and Fate Research Partnership (UNEP F&T) – Advancing the Objectives of the 25th UNEP Governing Council

CNRM

NATIONAL REFERENCE CENTRE for MERCURY

Personale

No Results Found

The page you requested could not be found. Try refining your search, or use the navigation above to locate the post.